MARTA NATURALE
ENG
Bio

Marta Naturale (Mirano, 1990), vive e lavora tra Noale e Venezia. Frequenta l’Accademia di Belle Arti di Venezia e ottiene la laurea magistrale in Pittura nel 2018. La sua ricerca si concretizza attraverso le pratiche della pittura e del disegno. Il suo lavoro è stato riconosciuto in vari concorsi e presentato in diverse collettive, tra cui alla 10ma Biennale Internazionale d'incisione di Monsummano Terme (2017); alla Collettiva dei giovani artisti Bevilacqua La Masa nelle edizioni del 2017 e del 2019; allo Studio Tommaseo di Trieste con Opera Prima, a cura di Miriam Pertegato, Paola Bristot, Giuliana Carbi (2018); al Forte di Monte Ricco di Pieve di Cadore (BL), con Brain-tooling, a cura di Gianluca D’Incà Levis, Riccardo Caldura, Petra Cason (2018). Attualmente è all'interno del programma Studi d'Artista Bevilacqua la Masa 2018-2019 ed espone alla Galleria BLM di Piazza San Marco, Venezia, nella mostra Opera Viva.

Statement

La pratica artistica di Marta Naturale si volge all'indagine dei luoghi popolati dall'uomo, come l'ambiente domestico e in genere i luoghi della quotidianità, in quanto pregni di significati e contraddizioni strettamente collegati alla natura umana.

L’irrisolta diatriba tra natura e cultura, nella quale l’essere umano occupa una posizione intermedia, indefinibile e ambigua, è riassunta nel paesaggio, dove elementi antropici ed elementi naturali dialogano e si scontrano riconfigurando continuamente i reciproci significati.

Le immagini si ispirano a luoghi prossimi all'abitazione della pittrice e tipici dell’Italia del nord, ma conservano le caratteristiche di ogni zona residenziale decentrata:  luogo di passaggio, spesso non-luogo, anaestetico e indifferente ma che, attraverso il processo pittorico, rendono evidente il loro enigmatico potenziale estetico.